Laboratorio di Valutazione della Qualità dei prodotti di origine animale

Responsabile dell'attività didattica e di ricerca o di ricerca in laboratorio

prof.ssa Albenzio Marzia

Tel. +39 0881 589327

 

Responsabile tecnico con funzioni di preposto

dott.ssa Perilli Concetta

Tel. +39 0881 589333

 

Ubicazione

II plesso, II piano

 

Le principali linee di ricerche affrontate dai componenti dell'area delle Produzioni Animali sono incentrate sullo studio degli effetti dei fattori ambientali e tecnico-gestionali sul benessere animale e sulla qualità nutrizionale, igienico-sanitaria e tecnologica del latte ovino, bovino e caprino.

Le più recenti sperimentazioni hanno riguardato lo studio dei risvolti delle variazioni dell'ambiente fisico e sociale sulle risposte endocrine, immunitarie e produttive e sullo stato sanitario della mammella nella pecora da latte, nonché lo studio di strategie di allevamento finalizzate alla riduzione dell'impatto delle alte temperature ambientali sull'assetto metabolico, sulla produttività e sul benessere della pecora in lattazione.

Nella valutazione dello stato di benessere degli animali da reddito sono in corso di studio linee di ricerca innovative tese a considerare la produzione delle citochine pro-infiammatorie, molecole modulatrici della risposta immunitaria, ed il loro dosaggio nel sangue e nel latte ovino. L'attività di ricerca, in materia di latte è rivolta all'individuazione e caratterizzazione di enzimi specifici, proteolitici presenti nelle cellule leucocitarie responsabili delle modificazioni a carico delle proteine e dei lipidi del latte e indicatori di uno stato infiammatorio della ghiandola mammaria e delle proprietà funzionali del latte massale.

Nell'ottica della tutela e della valorizzazione del patrimonio zootecnico autoctono è in corso uno studio sulla valutazione delle proprietà nutraceutiche del latte ovino e caprino.

La valorizzazione del patrimonio bovino Podolico presente sul Gargano viene perseguita attraverso lo studio delle caratteristiche dietetico-nutrizionali di tali carni (elevate quantità di acidi grassi polinsaturi ed limitata presenza di acidi grassi di tipo trans) e attraverso tecniche atte a migliorarne la tenerezza.

Inoltre, alcuni componenti dell’area si occupano dello studio di malattie parassitarie e del loro impatto sulla salute degli animali di interesse zootecnico.

Analisi eseguite
  • analiso chimico-fisiche di alimenti di origine animale (determinazione dell'azoto con metodica Kjeldahl)
  • analisi gas-cromatografiche per determinazione la composizione lipidica di alimenti di origine animale
  • analisi in cromatografia liquida (HPLC) per determinare la composizione amminoacidica di alimenti di origine animale
  • analisi immunologiche su latte e sieri animali